L'Azienda

La superficie coltivata a vigneto è di 3 ettari, condotti da 27 anni con metodo biologico (controllo A.I.A.B./ICEA) e con i classici vitigni piemontesi – Barbera, Dolcetto, Cortese  – accompagnati dalla varietà autoctona Timorasso-Derthona e da una piccola perla: il Ciliegiolo, prodotto in una vigna di mezzo secolo.

In cantina vengono inoltre prodotti vini senza solfiti aggiunti, e la quasi totalità delle fermentazioni avviene in modo spontaneo.

La filosofia della produzione vitivinicola è improntata sulla massima attenzione nelle pratiche agricole, al fine di ottenere uve di qualità, e su di un limitato intervento tecnologico in cantina.

Perciò: inerbimento dei filari per equilibrare il terreno, sfogliatura precoce per migliorare l’esposizione al sole, diradamento dei grappoli per aumentarne la concentrazione sono tra le operazioni che, insieme al metodo biologico, ci aiutano in mondo naturale nella nostra crescita qualitativa. Tutte le uve vengono scelte e raccolte a mano, trasportate in cassette alla piccola cantina aziendale e trasformate con l’uso di vasche di acciaio e botti di rovere (tonneaux); la tecnologia entra invece a pieno titolo nell’imbottigliamento con una modernissima linea semovente, frutto della cooperazione con altri produzione dove qualità e rispetto dell’ambiente sono gli obiettivi principali.

 

Negli ultimi anni abbiamo completato la composizione aziendale con una piccola stalla in cui vivono vacche di razza Tortonese e Cabanina. 

 

 


La nostra stalla

Una stalla in legno ospita le nostre 4 vacche con i loro vitelli.

I bovini sono prevalentemente di razza Tortonese, una razza autoctona a rischio di estinzione, e Cabanina, una razza antica di origini genovesi.

Gli animali, per 8 mesi all'anno, vengono allevati in un pascolo che racchiude 5 ettari di terre abbandonate, che i nostri animali restituiscono all'agricoltura e al paesaggio .


La Vecchia Posta "va" col Sole

Nel 2009 abbiamo installato un impianto per l’utilizzo dell’energia solare: un impianto fotovoltaico di 5 kw, che fornisce circa il 50 % del nostro fabbisogno e il termosolare per la produzione di acqua calda che copre il 60 % della necessità.